n

Inserire


Metodo di Schulze

Il Metodo di Schulze è una metodologia di voto che si basa sulla preferenza che il votante ha, tra 3 o più opzioni a disposizione; con solo due opzioni (il classico si-no) non presenta differenze rispetto al voto classico.

La metodologia fornisce come risultato una classifica delle opzioni che meglio accontenta la comunità dei votanti.


il voto

Il voto avviene stilando una lista delle opzioni a disposizione, ordinate per ordine di preferenza; in questo modo il votante può esprimere in modo più preciso quelle che sono le sue preferenze.

Ad ogni opzione puoi assegnare un valore: più questo è alto, maggiore è la tua preferenza. Ciò che conta è l'ordine con il quale hai disposto le diverse opzioni e non il valore assoluto. Per chiarire:

  1. se fornisci diverse valutazioni per le diverse opzioni imposterai il tuo ordine di preferenze; puoi quindi indicare la tua preferita, ma anche quella che viene subito dopo e che magari ritieni comunque migliore delle altre;
  2. se valuti positivamente una sola opzione, qualsiasi punteggio tu inserisca, questo significa che la preferisci rispetto a tutte le altre (in modo simile al voto uninominale);
  3. se non assegni nessun voto questo equivale a dire che non hai preferenze;
  4. se assegni a tutte le opzioni la stessa valutazione significa che non hai preferenze.

Qualche esempio:

  • supponiamo che si preferisca la soluzione A alla soluzione C, e C alla soluzione B; si può impostare A=3, C=2, B=1, oppure A=2, C=1, B=0, oppure A=3, C=1, B=0.
  • supponiamo che si preferisca la soluzione C a tutte le altre (che sono tutte inaccettabili); si può impostare C=1, A=B=0, oppure C=2, A=B=1, oppure C=2, A=B=0.
  • se tutte le opzioni vanno ugualmente bene; si può impostare A=B=C=0, oppure A=B=C=2.
  • supponiamo che l'opzione A e B siano equivalenti, D sia la più preferita in assoluto e C la peggiore in assoluto; si potrebbe votare A=B=2, C=0 e D=4.

Il conteggio dei voti

Contrariamente ai sistemi di voto tradizionali, dove il vincitore emerge sempre tra le prime scelte più votate, con il Metodo di Schulze il vincitore sarà quello che accumula più preferenze nel confronto diretto con tutti gli altri candidati, in tutte le liste stilate dai votanti. Un semplice esempio:

Supponiamo di avere tre opzioni (X, Y e Z) che debbono essere votate da tre persone (A, B e C):

Supponiamo che le persone votino:

  • A vota X=2, Y=0, Z=0 (gli piace solo X);
  • B vota Y=2, Z=1, X=0 (gli piace sopratutto Y, Z gli può anche andare, X non gli piace proprio);
  • C vota Z=2, X=0, Y=0 (gli piace solo Z).

Nel caso di un conteggio uninomiale classico, tutte le opzioni otterrebbero 1 voto di preferenza assoluto, finirebbe pari e sarebbe necessaria una nuova votazione (sperando che qualcuno cambi idea).

Il Metodo di Schultze conteggia però le preferenze complessive, pertanto:

  • l'opzione X è stata preferita alle altre: 2 volte da A (su Y e Z), 0 volte da B e 0 volte da C, totale 2 volte;
  • l'opzione Y è stata preferita alle altre: 0 volte da A , 2 volte da B (su X e Z) e 0 volte da C, totale 2 volte;
  • l'opzione Z è stata preferita alle altre: 0 volte da A , 1 volta da B (rispetto a X) e 2 volte da C (su X e Y), totale 3 volte.

Pertanto vince Z per 3 preferenze complessive a 2 (di X e Y).

A seguito di questo si possono dichiarare soddisfatti 2 votanti su 3 (uno molto, uno abbastanza), ovvero la maggioranza dei votanti.

Alcune interessanti peculiarità:

Recupero di una preferenza da fazioni divise

Questo metodo conteggia anche le "preferenze di seconda linea", di conseguenza, in pratica, ricerca automaticamente le opzioni che possono essere condivise da una maggioranza, anche se questa è divisa su diverse opzioni di bandiera.

Contrasto alle soluzioni invise

Questo metodo conteggia le preferenze totali delle opzioni, per cui, le più preferite devono anche fare i conti da non essere troppo poco favorite anche dalla parte avversa. Il risultato pratico è che le prime preferenze possono essere bloccate se troppo invise dalla controparte, anche se dispongono di una forte maggioranza relativa (al limite anche se dispongono della maggioranza assoluta).


Presentazione dei risultati

Il risultato della votazione verrà presentata come lista ordinata delle preferenze (non come lista dei conteggi totali).

Riportando il risultato dell'esempio precedente:

  • Z=1;
  • X=0 e Y=0.

Pertanto, Z preferito a X e Y (quest'ultimi con lo stesso livello di preferenza).

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!